News

Windows Server 2019 Essentials sarà l'ultimo: dopo solo la cloud

By 11 settembre 2018 No Comments

Windows Server 2019 Essentials potrebbe essere l’ultima versione di questo tipo, stando a quanto afferma la stessa Microsoft. L’azienda ha pubblicato un articolo in cui afferma che ha studiato attentamente la situazione attuale nelle piccole e imprese, che sono le principali fruitrici delle versioni Essentials di Windows Server, traendo la conclusione che tali versioni sono ora necessarie ma non saranno più rese disponibili in futuro con ogni probabilità.

Microsoft afferma nel suo articolo che la transizione integrale verso il cloud computing sarà inevitabile e che viene posticipata solo perché sono presenti applicazioni che richiedono un server non in cloud (on premise, in locale) per girare. Il fatto che ancora molte aziende richiedano una versione di Windows Server da installare in locale è l’unica ragione per cui Microsoft non ha fatto già ora il passaggio verso la cloud. Non ci sono ragioni strettamente tecniche per questa scelta, ma esclusivamente “politiche”.

Windows Server 2019 Essentials non si discosta molto da Windows Server 2016 Essentials nelle caratteristiche di base: la licenza include 25 CAL (Client Access Licence) per l’accesso da parte di 25 utenti o 50 dispositivi e il costo è inferiore rispetto alla versione standard. Windows Server 2019 Essentials può essere configurato come controller di dominio, ma in tal caso può essere l’unica macchina a ricoprire tale ruolo, deve eseguire tutti i ruoli Flexible Single Master Operations (FSMO) e non può avere trust bidirezionali con altri domini Active Directory.

Rispetto a Windows Server 2016 Essentials, l’edizione 2019 porta con sé il supporto a nuovo hardware e le novità di Windows Server 2019 Standard come i Servizi di Migrazione dell’Archiviazione (Storage Migration Services), System Insights e così via. Non includerà, però, il ruolo Essentials Experience che permetteva di semplificare la condivisione dei file e la gestione dei dispositivi: è ora disponibile Windows Admin Center.

Il passaggio è storico ed è un chiaro segnale rispetto alla direzione che Microsoft intende prendere negli anni a venire. Il passaggio da server in locale a server in cloud cambierà molte cose nella gestione dell’infrastruttura IT delle aziende  e dello sviluppo dei prodotti. Servirà ancora qualche anno prima che la transizione diventi definitiva, ma le aziende che fanno ora affidamento sui prodotti Microsoft come Windows Server 2019 Essentials devono cominciare a pensare alla propria strategia nel medio termine per adattarsi ai cambiamenti.

Pronosticare cambiamenti nel mercato dei sistemi operativi per server a seguito di questi cambiamenti è arduo, ma questo cambiamento ne imporrà di altri che avranno certamente un impatto rilevante.


Source link

Lascia un commento

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.