News

TSMC costretta a sospendere temporaneamente la produzione a causa di un virus

By 6 agosto 2018 No Comments

Incidente di percorso per la fonderia taiwanese TSMC che si è vista costretta lo scorso venerdì a sospendere temporaneamente la produzione per via di un virus che ha colpito alcuni dei macchinari usati nelle linee produttive di semiconduttori nelle varie fabbriche della compagnia.

Non vi sono molti dettagli sull’accaduto e per quanto ciò possa sembrare essere un attacco mirato, la società afferma che il problema non si è verificato per via di un’intrusione nella rete informativa ma per una inadeguata gestione del processo di installazione del software per un nuovo macchinario.

Il problema è stato comunque isolato tempestivamente e sebbene alcune macchine siano state riportate all’operatività nel giro di poche ore, il recupero della piena attività produttiva è atteso solamente per la giornata odierna.

“TSMC è stata attaccata da virus in precedenza. Ma è la prima volta che ciò condiziona le nostre linee di produzione” ha dichiarato il CFO Lora Ho. Secondo quanto indicato dalla società, che non ha rivelato comunque dati precisi sulla capacità produttiva temporaneamente perduta, il problema potrebbe comportare una riduzione del 3% circa del fatturato trimestrale e assottigliare il margine lordo dell’1%. La società è comunque fiduciosa del fatto che nel quarto trimestre si potrà recuperare il rallentamento e pertanto non ha ritoccato gli obiettivi precedentemente annunciati e previsti per il 2018, mantenendoli sullla “crescita a singola cifra alta”, ovvero vicini al 10%.

La produzione di chip non è un processo breve o istantaneo, quindi l’interruzione momentanea della produzione avrà ovviamente ripercussioni sulla capacità produttiva delle fabbriche coinvolte ancora per qualche settimana. TSMC ha comunque notificato l’accaduto ai principali clienti. La società non ha voluto commentare quali siano i clienti direttamente o maggiormente colpiti dall’inconveniente, ma storicamente all’inizio del mese di agosto la fonderia alloca la gran parte della sua capacità produttiva per la realizzazione dei nuovi chip A-Series di Apple, così che siano pronti per il debutto dei nuovi iPhone nel mese di settembre e per la commercializzazione nelle settimane successive.


Source link

Lascia un commento

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.