News

Specifiche PCI Express 4.0 per le schede AMD con GPU Vega 20

By 2 luglio 2018 No Comments

Vega 20 è il nome in codice con il quale viene indicata l’evoluzione dell’architettura Vega di AMD, costruita sfruttando tecnologia produttiva a 7 nanometri contro quella a 14 nanometri sulla quale sono basate le prime GPU della famiglia.

AMD ha annunciato ufficialmente questa soluzione alcune settimane fa in occasione del Computex di Taipei, indicando come questa GPU verrà utilizzata all’interno della famiglia di soluzioni Radeon Instinct destinate al calcolo parallelo in datacenter.

Le soluzioni Vega 20 sono basate su memoria High Bandwidth Memory di seconda generazione, al pari delle proposte Vega in commercio. A differenziare queste nuove schede l’utilizzo di 4 stack di memoria HBM2 contro i 2 stack delle soluzioni Vega 10: in questo modo è possibile raddoppiare il quantitativo di memoria video presente sulla scheda, oltre a offrire un raddoppio della bandwidth massima teorica. E’ per questo motivo che le schede basate su GPU Vega 20 della famiglia Radeon Instinct sono dotate di 32 Gbytes di memoria video.

I driver AMDGPU per sistemi operativi Linux, come evidenziato dal sito Computerbase, evidenziano informazioni sulle specifiche PCI Express 4.0, grazie alle quali è possibile ottenere una bandwidth di 256 Gbps per fronte di clock con un collegamento 16x: si tratta di un valore doppio rispetto alle specifiche PCI Express 3.0 attualmente in uso. Da questo se ne deriva che le GPU Vega 20 potrebbero implementare per prime il supporto alle specifiche PCI Express 4.0, caratteristica che potrebbe rivelarsi particolarmente utile ai fini delle prestazioni velocistiche complessive proprio in ambito professionale.

La piattaforma di riferimento per queste GPU potrebbe a questo punto diventare quella EPYC 2, indicata con il nome in codice di Rome e attesa al debutto nel corso della prima metà del 2019. Per questa famiglia di CPU AMD potrebbe optare nell’integrazione di un controller PCI Express 4.0, caratteristica che potrebbe essere trasferita nel corso del 2019 anche nella prossima generazione di processori desktop della famiglia Ryzen 2.


Source link

Lascia un commento

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.