OppoOPPO find XrecensioneRecensioni OPPO

OPPO Find X, la recensione (foto e video)

By 7 agosto 2018 No Comments

OPPO Find X arriverà ufficialmente sul mercato italiano fra (probabilmente) un po’ più di un mese. Nonostante questo non abbiamo però voluto tirarci indietro alla possibilità di provare la versione cinese che è già disponibile all’acquisto e tranquillamente utilizzabile anche da noi. Aggiorneremo questa recensione con il parere sul firmware definitivo una volta che sarà disponibile sul nostro mercato.

LEGGI ANCHE: Migliori speaker bluetooth

8.0

Confezione

Ricca la confezione di questo Find X. All’interno troviamo un adattatore da jack audio 3,5millimetri e USB-C, un cavo USB/USB-C, un alimentatore VOOC 5V/4A, un panno per la pulizia e una cover rigida trasparente. Lascia scoperti i bordi più corti ma ha il vantaggio di proteggere da urti laterali il meccanismo di apertura delle fotocamere.

9.0

Costruzione ed Ergonomia

La gradevolezza del design è qualcosa di soggettivo, ma credo sia invece oggettivo che il lavoro fatto su questo OPPO Find X dal punto di vista del design sia notevole. Find X è realizzato con due parti in vetro praticamente simmetriche, tenute insieme da una sottile linea di metallo. La colorazione da me provata era quella blu. Sul retro il vetro totalmente uniforme, vista l’assenza di fotocamere o lettori di impronte digitali, lascia intravedere delle sfumature blu, molto eleganti. La parte superiore del retro è comunque interrotta da una parte argentata. Questa parte, assieme a una minima parte dei bordi laterali in metallo, viene spinta verso l’alto da un sofisticato sistema meccanico, ogni qualvolta si abbia bisogno delle fotocamere o dei sensori 3D per lo sblocco. L’azienda garantisce 100.000 aperture e noi speriamo possa farne anche di più. Non siamo preoccupati tanto per il meccanismo di per sé quanto per la polvere che si può accumulare all’interno. Avete presente quella polvere che si raccoglie fra la cover ed il vostro telefono nelle settimane? Ecco qui, si può raccogliere dentro al telefono.

OPPO Find X è qualcosa di nuovo, forse imperfetto sul lungo termine (e questo lo si vedrà), ma decisamente “perfetto” considerando il mondo degli smartphone, stagnante dal punto di vista del design.

8.5

Hardware

OPPO Find X è un vero top di gamma. Il processore è lo Snapdragon 845 octa core da 2,8 GHz con GPU Adreno 630. Abbiamo poi ben 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, purtroppo non espandibili. Ottima connettività: LTE fino a 1024 Mbps, Wi-Fi ac dual band, Bluetooth 5.0 e (forse solo nella versione europea) NFC. Parliamo però delle cose che mancano. Manca il led di notifica e manca il jack audio da 3,5 millimetri. Lo smartphone è però dual SIM e nasconde, nella sua parte a movimento meccanico, una tecnologia ad oggi inedita sugli smartphone Android: lo sblocco del volto con scansione 3D. Dei sensori posti proprio nella parte mobile permettono di scansionare il proprio volto in 3D in una frazione di secondo e sbloccare lo smartphone in ogni situazione, anche al buio e anche con gli occhiali da sole. Buono l’audio, che è potente e nitido, seppur esca soltanto dalla parte inferiore del dispositivo.

SCHEDA: OPPO Find X

8.5

Fotocamera

Solitamente quando testiamo questi smartphone di provenienza asiatica, ovvero la cui importazione nel nostro paese non avviene o avviene solo in ritardo, la fotocamera è un componente che li accomuna un po’ tutti. Migliora di anno in anno, ma mai abbastanza per impensierire i grandi big del settore. E questa era la nostra aspettativa per OPPO Find X, che è stata invece disattesa. In positivo. OPPO Find X è dotato di una doppia fotocamera 20 + 16 megapixel ƒ/2.0 stabilizzata che permette di realizzare degli scatti che sono veramente al top. La messa a fuoco è rapida e precisa, lo scatto è veloce e l’immagine che ne risulta è nitida, piena di dettaglio, con i colori ben bilanciati e l’HDR automatico, che a questi livelli è un elemento chiave, riesce a rendere l’immagine sempre al meglio senza caricarla troppo di contrasto e colori “sparati”. Anche al buio non ci ha deluso ed è senza ombra di dubbio una delle nostre nuove scelte per questa categoria. Non è re assoluto, ma finalmente non rimane più indietro. Le foto sono interessanti e la luce viene catturata al meglio. Chissà cosa si sarebbe potuto ottenere con una lente ancor più luminosa.

In termini di funzionalità abbiamo la possibilità di fare foto con la modalità bellezza, foto in modalità ritratto e in ogni caso può entrare in gioco l’intelligenza artificiale in molti contesti per capire la scena e migliorala (come anche al buio, al tramonto o con i paesaggi). I video vengono registrati in 4K e sono anche questi molto buoni nel colore e nella nitidezza. La stabilizzazione però non riesce a raggiungere altri top di gamma del momento. Molto buona anche la fotocamera frontale da 25 megapixel ƒ/2.0, probabilmente una delle migliori al momento presente nei top di gamma. Sono presenti anche un gran numero di sticker AR per realizzare buffi effetti.

SAMPLE: FotoVideo

9.0

Display

OPPO Find X non vuole lesinare neanche sul display che è infatti un fantastico AMOLED da 6,42″ con risoluzione di 1080 x 2340 pixel. È personalizzabile in alcune (non molte) impostazioni e c’è anche una funzionalità di miglioramento dei contenuti multimediali. Si tratta di un display leggermente curvo sui bordi. La luminosità è ottima e la regolazione automatica funziona bene. A schermo disattivato si può scegliere di mostrare un effetto scenico di colore al ricevimento di alcune notifiche. La quasi assenza di bordi accentua poi la bellezza di questo dispositivo.

7.5

Software

Il software è sicuramente uno dei punti su cui torneremo maggiormente quanto proveremo la versione europea di questo dispositivo. Ci sono dei limiti, come l’utilizzo in lingua inglese e la necessità di sbloccare manualmente tutte le app di cui si vogliono ricevere le notifiche, ma di gran lunga non è uno dei peggiori software pensati per il mercato cinese che abbiamo provato e anzi, nell’uso quotidiano abbiamo utilizzato il software ColorOS 5.1 (basato su Android 8.1) con buona soddisfazione, pur sentendo a volte la mancanza di alcune modalità di Android stock (come le notifiche nella barra in alto). Abbiamo però delle funzioni interessanti, le gesture di navigazione personalizzabili, la cartella privata per i file, la possibilità di bloccare le app con un codice o di sdoppiarne altre (tutte quelle di messaggistica).

Nell’uso quotidiano questa implementazione della ColorOS ci è piaciuta molto e speriamo di vederne una versione ancora più adatta ai nostri gusti nella versione europea. Ci sono in generale piaciute le gesture che nonostante le dimensioni generose del display non sono mai state di impiccio.

8.0

Autonomia

La batteria da 3730 mAh è stata anche questa una bella scoperta. OPPO Find X è uno di quegli smartphone che vi porteranno a fine giornata anche nei giorni più intensi. Cosa non da poco la presenza della ricarica rapida VOOC che garantisce tempi di ricarica molto rapidi e possibilità di utilizzare nel contempo lo smartphone senza rallentamenti o surriscaldamenti. Quello che in molti hanno già visto nella ricarica rapida di OnePlus.

8.0

Prezzo

Il voto al prezzo al momento è provvisorio e non potrà che peggiorare con l’arrivo in Europa, quando dovrebbe costare 999€. Il nostro esemplare viene da Grossoshop che lo vende a 759€, un prezzo decisamente interessante. Potrete ottenere anche un ulteriore sconto di 5€ utilizzando il codice AWGS5 (valido su tutto il catalogo).

Foto

L’articolo OPPO Find X, la recensione (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.


Source link

Lascia un commento

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.