Senza categoria

La Realtà Virtuale può aiutare ad essere meno timidi? | Studio

By 12 ottobre 2018 No Comments

La Realtà Virtuale può essere d’aiuto alle persone timide e ansiose? Secondo l’Università di Stoccolma pare proprio di sì: Philip Lindner ha infatti coordinato uno studio pubblicato sul Journal of Anxiety Disorders in cui si mostrano i risultati di un esperimento che ha coinvolto 50 persone adulte con conclamata paura di parlare in pubblico. A ciascuno di questi è stato dato accesso ad un’app sviluppata dalla britannica VirtualSpeech in cui viene richiesto l’utilizzo di un visore VR per immergersi in ambienti (virtuali) come ad esempio una sala conferenze.

L’intento del team di ricercatori consiste nel dimostrare come proprio la realtà virtuale possa fungere da “palestraper questa tipologia di persone che, in questo modo, possono esercitarsi liberamente simulando una presentazione o un discorso davanti a una vasta platea (anche questa, ovviamente, virtuale) senza la paura di essere giudicati o di incappare in qualche errore grammaticale o balbettio.

Ciascuno dei partecipanti al test si è dunque ritrovato in una sorta di ambiente sicuro in cui potersi allenare ed abituare a parlare “senza paura”. I volontari hanno ricevuto discorsi da tenere in modalità VR con il visore indossato (per un totale di 3 ore) e, una volta completati, tutti hanno ammesso di aver riconosciuto un miglioramento significativo.

La prova del nove è avvenuta poi successivamente, quando è stato chiesto alle persone coinvolte nel test di tenere un discorso nel mondo realesenza visore, questa volta. Il risultato è stato in generale sorprendente: meno ansia, meno sudorazione e più sicurezza nei propri mezzi.

“Molte persone temono di diventare rossi, balbettare o perdere il filo del discorso”, spiega Lindner. “La realtà virtuale dà loro un ambiente sicuro dove esercitarsi e soprattutto capire che, anche se succede, non è poi la fine del mondo. Il che è il primo passo per uscire dal circolo vizioso dell’ansia e della timidezza”.

La sperimentazione non si ferma qui: la prossima versione dell’app prevederà anche una interazione virtuale con il pubblico, che magari riderà quando chi indossa il visore condirà il suo discorso con una battuta.


Source link

Lascia un commento

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.