256gb512gb64GBGuideiphone xsiphone xs maxmodelloquale archiviazionequale memoriaquale modello

iPhone XS e iPhone XS Max, quale modello scegliere tra 64GB, 256GB e 512GB?

By 14 settembre 2018 No Comments


Vuoi un iPhone XS o un iPhone XS Max ma sei indeciso su quale taglio di memoria scegliere? In questa nostra guida ti forniremo alcuni suggerimenti utili per prendere la decisione più adatta alle tue esigenze.

Quando considerate i tagli di memoria degli iPhone, ricordate sempre che iOS occupa un po’ di spazio e che i GB disponibili non sono mai quelli effettivi.

Ad esempio, su iPhone 8 Plus, iOS 12 occupa circa 2.2 GB, mentre qualche centinaio di MB è assorbito da app come Safari, Musica e Mappe. Questo dato cambia da un dispositivo all’altro, ma indicativamente su un iPhone XS da 64 GB abbiamo a disposizione  circa 61 GB.

Molto dipende da cosa fate con i vostri iPhone. Parlando di produttività, la suite iLife di Apple (GarabeBand per la creazione di musica, iMovie per l’editing dei video)  occupa circa 2 GB di spazio, mentre iWork (Pages, Keynote, Numbers) richiede circa 1.3 GB. La suite Office di Microsoft (Word, Excel, PowerPoint) occupa circa 1GB.

Ecco una tabella con le app e i giochi più popolari e lo spazio occupato:

Le app più popolari, in totale una ventina, richiedono poco più di 2.1 GB, mentre i giochi più scaricati e popolari arrivano a 7.2 GB. La gran parte di queste applicazioni e di questi giochi memorizzeranno dati aggiuntivi nel corso del tempo, ma iOS effettuerà una pulizia automatica se lo spazio di archiviazione comincia ad avvicinarsi allo zero.

Ovviamente, i video sono una delle risorse che occupano più spazio sui vostri iPhone. Qualche esempio? Ogni minuto di filmato a 1080p e 30fps richiede 130 MB di spazio, mentre un filmato in 4K a 60 fps richiede circa 700 MB al minuto. Avete intenzione di registrare tanti video? Fate bene i vostri calcoli prima di scegliere il taglio di memoria del nuovo iPhone.

La musica può essere molto meno invasiva in termini di spazio, visto che sempre più utenti utilizzano servizi streaming come Apple Music o Spotify. Mediamente, scaricare un brano in alta qualità dai servizi streaming richiede circa 9 MB di spazio.

Per le foto, mediamente, con 260 immagini di cui la metà in Live Photo, lo spazio occupato è di 1 GB.

Con i servizi cloud offerti anche da Apple possiamo limitare lo spazio occupato da iPhone. Ovviamente, in questo caso è richiesta sempre la connessione internet attiva, sia in Wi-Fi che in 3G/LTE. Oltre ad iCloud (si parte da 0,99€ al mese per 5oGB di spazio), ci sono altri servizi online per archiviare foto, video e documenti senza occupare spazio, come Dropbox e Google Foto. Ad esempio, Google Foto è una soluzione ideale per conservare le nostre immagini senza occupare spazio fisico su iPhone.

Per chi ha diversi prodotti Apple, iCloud è uno di quei servizi da tenere in forte considerazione prima di decidere quale modello acquistare. Gli acquisti di musica, app, libri e spettacoli TV, oltre a Streaming foto (per un massimo di 1000 scatti), non vengono conteggiati nello spazio di archiviazione gratuito. Grazie a questo servizio, possiamo visualizzare le ultime foto scattate con i dispositivi iOS senza che queste vengano memorizzate fisicamente sull’iPhone.

Su iCloud Drive possiamo anche salvare documenti iWork, che incidono solo sullo spazio disponibile online, e altre tipologie di file.

Inoltre, con questi servizi le foto possono essere salvate online e rimosse fisicamente dall’iPhone, senza perdere la possibilità di visualizzarle. Questo significa che chi scatta molte foto dal dispositivo si accorgerà di poter risparmiare davvero molto spazio (anche se la qualità non è quella originale).


Source link

Lascia un commento

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.