News

Il 5G arriva in Europa con Elisa: 44,90 Euro al mese e velocità fino a 600 Mbps

By 2 luglio 2018 No Comments

Elisa ha lanciato in Finlandia la prima proposta commerciale europea in 5G rivolta al grande pubblico. La società scrive di essere la prima compagnia al mondo a farlo, tuttavia ricordiamo che Ooredoo l’ha anticipata di alcune settimane in Qatar. La rete di prossima generazione è stata salutata con una videochiamata internazionale fra il Ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni finlandese Anne Berner e Kadri Simson, il Ministro dell’Economia e delle Infrastrutture estone.

“Puntiamo a rendere la Finlandia la nazione leader nello sviluppo dei servizi mobile in 5G”, ha dichiarato Bernet. “Il Ministero delle Comunicazioni è pronto per rendere disponibili le prime licenze 5G per le bande di frequenza 3.400-3.800 MHz già a partire da autunno, che permetterà alla Finlandia di essere fra le prime nazioni al mondo a costruire le nuove reti 5G”. Elisa non sfrutta ancora le bande a onde millimetriche, che consentiranno di raggiungere prestazioni superiori.

Per il momento i clienti dell’operatore finlandese devono accontentarsi di 600 Mbps in download con traffico illimitato e una spesa di 44,90 Euro mensili. Si tratta di una tariffa ben più importante rispetto a quelle con cui oggi riusciamo a ottenere una connessione in 4G, ma che può essere ampiamente giustificata dal fatto che si tratta di una tecnologia agli albori su cui sono stati svolti parecchi investimenti sia sul fronte della ricerca che delle infrastrutture tecniche.

Il CEO di Elisa, Veli-Matti Mattila, ha commentato così la novità: “Elisa abilita attivamente la Finlandia a continuare la sua leadership nell’uso di dati in mobilità aprendo la prima rete 5G commerciale al mondo. Con l’aiuto dei servizi 5G i clienti, così come le aziende e le istituzioni, otterranno molto più valore quando applicazioni più moderne potranno essere utilizzate in maniera più efficiente e sarà possibile sviluppare una nuova tipologia di applicazioni”.

Elisa sottolinea inoltre che era sua la prima rete su cui è stata effettuata la prima chiamata su reti GSM, con l’interesse della Finlandia nei confronti del settore che continua da tempo senza sosta. Il problema è un altro: se da una parte Elisa offre già i servizi a 600 Mbps, dall’altra mancano i dispositivi capaci di sfruttare la rete di prossima generazione. E l’attesa non sarà brevissima, visto che i primi terminali sono attesi non prima dell’anno prossimo.


Source link

Lascia un commento

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.