Mobile

Asta 5G: Tim, Vodafone e Iliad dominano i rilanci

By 14 settembre 2018 No Comments

Si continua a parlare di 5G dopo la seconda fase dell’asta, conclusa ieri 13 settembre con gli attesi rilanci che hanno definito le strategie più importanti. Lo stato aveva già messo in tasca 2,48 miliardi di euro certi, a cui si aggiungono circa 340 milioni di euro grazie alle nuove offerte dei principali operatori coinvolti: 5 per l’esattezza, visto che Open Fiber e Linkem sono al momento rimaste in disparte.

Protagoniste della giornate Tim, Vodafone e Iliad; loro si sono aggiudicate le frequenze più ambite in ottica 5G, con cinque lotti di frequenze nella fascia dei 700 Mhz che apriranno le porte del IoT e servizi avanzati. Solo da tale operazione lo stato incasserà 2,039 miliardi di euro, si tratta di una concessione di ben 15 anni che inizierà nel 2022 e si concluderà nel 2037.

Tim ha investito fino adesso 680,2 milioni di euro per aggiudicarsi due dei quattro lotti da 5 + 5 MHz su banda 700 MHz (10 Mhz in down e 10 Mhz in up). Un nuovo tassello fondamentale per la corsa al 5G, che si aggiunge ai 20 + 20 Mhz che l’operatore già possiede sulle bande 800 Mhz e 900 Mhz.

Le nuove frequenze a 700 MHz permetteranno a TIM di raggiungere tutto il territorio italiano, portando i servizi UBB sia nelle aree rurali e in digital divide – riferisce Tim in un comunicato – sia nelle aree indoor molto sfidanti per la copertura mobile, come ad esempio i palazzi nei centri storici delle città, ottimizzando gli investimenti sulla rete.

Questa la cifra esatta complessiva in una nota del Mise (ministero dello Sviluppo Economico):

Dopo la sesta tornata di rilanci si è chiusa la procedura di gara per la banda 700 Fdd per i blocchi generici, con un introito totale di 1.363.436.396,00 euro, a cui si aggiunge il blocco riservato già aggiudicato alla società Iliad Italia per un importo pari a 676.472.792,00 euro

Non è finita qui, oggi 14 settembre ci sarà un’altra seduta per eventuali rilanci e miglioramenti competitivi. Aggiorneremo l’articolo qualora emergessero nuovi dettagli nelle prossime ore.


Source link

Lascia un commento

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.